Home » Rinascere a primavera!

Rinascere a primavera!

by ME

Aria di primavera: chi non la sente? Diamo inizio alle… gare!
Dopo un inverno con aria frizzante, a onor del vero nemmeno troppo pungente sulle sponde del lago di Como, si inizia a percepire il “cambio di passo” della natura, che equivale e corrisponde ad un “cambio di passo” di tutti noi. Sento il corpo riprendere vigore ed avere voglia di “Andare oltre”, guardo le giornate allungarsi e regalarci qualche ora di luce in più, le narici si riempiono di profumi ritrovati e gli occhi di colori tenui e caparbi, che vogliono dare nuova luce ai paesaggi.

Nonostante il momento storico complicatissimo, la natura sembra dirci che la primavera torna sempre, che dopo ogni inverno arriva il momento di risvegliarci pieni di buoni propositi e di voglia di ri-nascere. Mai come in questo periodo sento il bisogno di attingere al bello che mi circonda per provare ad essere ottimista per dare stabilità alle mie giornate, ai miei affetti, ai miei atleti, ai miei allenamenti.

Quello che mi lascio alle spalle
Gennaio e febbraio sono stati per me due mesi intensi: pieno carico di Km e di allenamenti specifici, mentre per i miei atleti, di progetti e di pianificazione. Quando domenica scorsa mi sono affacciato alla prima gara stagionale, la voglia di fare bene e di “esplodere” ha avuto la meglio su ogni altro pensiero. Sono arrivato alla griglia di partenza con un grandissimo sorriso, grato di poter gareggiare, di poterci essere, di poter vivere quel momento così semplice, “leggero” e intenso.

Campo dei Fiori Trail
Ho corso i 75km del Campo dei Fiori Trail con una carica pazzesca. Mi sono goduto ogni passo, ho ammirato panorami splendidi, ho riempito occhi e cuore di emozioni, parlato con tante persone, atleti e volontari, ho dato spazio a foto, video, racconti che potessi poi condividere con chi ha la mia stessa passione, con chi vorrebbe ma non può, con chi guarda sempre, come me, la vita degli altri come possibile stimolo per fare sempre meglio. Avevo voglia di far bene, di dimostrare a me stesso che i mesi di attento allenamento avevano dato i suoi frutti, ma avevo altrettanto bisogno di sentirmi vivo, di compensare la fatica delle notizie che ci stanno togliendo il sonno, di fare il pieno di bellezza e di energia, come solo la natura e le relazioni umane sanno dare.

Quando ho tagliato il traguardo, dopo 11h30’ dalla partenza, mi sono goduto a pieno la gioia del successo. Quale successo? Quello di sentirmi bene, felice, soddisfatto. La sensazione che più mi ha fatto capire che avevo “fatto bene” mi è stata confermata strada facendo dal mio corpo: per tutta la gara sono stato bene, ho avuto la giusta energia, ho saputo dosare le forze, ho affrontato i momenti di fatica nel modo corretto, superando anche le normali crisi di una gara lunga, senza nessuna ripercussione sul ritmo del mio “cammino”. Credo che a portarmi questo risultato, per me molto più indicativo e soddisfacente della graduatoria finale, sia stata l’attenzione e la meticolosità con le quali ho curato allenamenti e alimentazione nei primi mesi di questo 2022.

La cura è nei dettagli
Cibi sani, freschi, dove possibile a Km0, cucinati con la semplicità di una volta e la ricchezza che solo gli alimenti stagionali sanno mettere nel piatto. Il mio percorso sportivo e personale mi ha insegnato che l’asso nella manica è l’integrazione, che non manca mai nel mio quotidiano. Le vitamine e altri nutrienti di origine vegetale rendono le capsule Premium di Juice Plus+ un integratore alimentare unico e di alta qualità, in grado di aiutarmi a prendermi cura di me e del mio corpo. Si tratta di una miscela unica di 30 tipi diversi di frutta, verdura e bacche: gli ingredienti sono minimamente trasformati, e lavorano in sinergia per offrire una serie di benefici salutari. Non ne faccio a meno da anni e sempre più di frequente mi rendo conto di quanto mi stiano aiutando nella quotidianità, nell’arrivare pronto ad appuntamenti importanti come la prima gara della stagione;

E se dunque è vero che “chi ben comincia è a metà dell’opera”, non vedo l’ora del prossimo appuntamento con un traguardo da tagliare perché è quello l’istante in cui, nel giro di pochi minuti, rivedo il percorso fatto per arrivare fino a lì. e trovo la giusta motivazione per i mesi a venire e l’immensa voglia di nuove sfide e nuovi stimoli.

Viva la primavera, e via la ri-nascita di ciascuno di noi.

You may also like

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetta ulteriori informazioni

Privacy & Cookies Policy